Composizione modale_ OUTSIDE PLAYING+Album (Jazz e non solo)

Aggiornato il: mar 7

Alberto Tebaldi ©2014/20


www.albertotebaldi.org

Letteralmente ‘giocare fuori’. In effetti ha senso! Il musicista è un bambino e ‘giocare dentro’ (casa) può essere sintomo di timidezza, genitori apprensivi o più semplicemente scarsa attitudine alla sperimentazione e alla ricerca di ciò che va ‘al di là’ delle cose. E allora ecco il bambino (l’altro) che in barba ai genitori gioca in giardino, si rotola nella terra (meglio se bagnata dalla pioggia), l’annusa, a volte la mangia e poi osservata l’erba e chi la abita scava per vedere cosa c’è sotto per comprendere fin dove si può arrivare, prima di rientrare in casa e scrollarsi il fango di dosso.


È esattamente questo, per me, il senso dell’Outside playing!

In relazione all’improvvisazione melodica (MODALE principalmente), suonare ‘in giardino’ è come cercare nel sogno ciò che la realtà non potrà mai offrire. Ciò non significa che la realtà di veglia abbia poca importanza, tutt’altro… piuttosto può perdere di senso se privata della dimensione onirica.

Ma affinché ‘suonare in giardino’ possa avvenire nella maniera più naturale possibile, è necessario seguire delle regole, o forse sarebbe meglio dire delle logiche. In fondo l’intero Universo è regolato da logiche ben precise (di cui l’Uomo, ancor oggi, conosce forse lo 0,chissà%) e per quale motivo l’Outside playing dovrebbe sottrarsi alle leggi dell’Universo?

In tutta sincerità ritengo che non pochi musicisti si cimentano in nome di poche ma confuse teorie sul Caos, ma il loro parrebbe più un suonare a casaccio (o meglio, a Caos-accio).


E allora ecco qua il mio esperimento al pianoforte… (ma io non suono il pianoforte!? …va beh, fa lo stesso!).

Logica n.1

- osservare il Colore giallo (già, perché ho deciso che la mia Casa, per questa esecuzione, sarà dipinta di giallo… porte, finestre e tetto compresi).


Logica n.2

- come tutte le Case che si rispettino, la mia è provvista di grondaia (anche la ‘Casa’ di Gustavo Rol ne aveva una) che convoglierà (che Dio la mandi) acqua ‘obscura’, doppio-pentafonica infallibilmente melodica.


Logica n.3

- il mio giardino è illuminato dal Sole, per cui scavare non sarà certo un problema.



nota: riguardo alle tre logiche elencate, a volte la logica cade nell’illogico e se ac-cade nell’Universo anche le dita di un musicista possono essere attratte dall’illogico. L’importante è non abusarne.


nota2: per chi non avesse capito neppure una parola di ciò di cui vado farfugliando… non temete e speriamo che voi crediate nella reincarnazione (io non so se ci credo!)



Un’ultima cosa ancora:

la mia Casa (oggi) vibra di un suono ben riconoscibile (o forse lo è solo per chi ha letto alcuni miei libri o ha avuto la sventura di incontrarmi lungo il proprio cammino musicale).

Ah, dimenticavo! Successivamente alle pippe mentali pre-compositive, questo brano (con il titolo “Il becco del corvo”) è entrato a far parte di un album di meditazione esperienziale di 12 composizioni Armotroniche con chiari riferimenti a Gustavo Rol e G. I. Gurdjieff. Se qualcuno fosse intenzionato ad estorcermi la password-esoterica per accedere gratuitamente alla pagina contenente l’intero album (con tanto di istruzioni dettagliate per seguire al meglio l’esperienza), può tentare scrivendomi in privato! Ma siate convincenti…


Per tutti coloro a cui non frega una mazza del modale e non sanno neppure cosa sia, sappiate che i vasi dai balconi cadono molto più spesso di quanto voi pensiate ;)


_________

Alberto Tebaldi ©2018

Tutti i diritti sono riservati.

È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente articolo, ivi inclusa la riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma digitale, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta e firmata da parte dell’autore.


Chi volesse approfondire le ricerche esoteriche e musicali solo sfiorate in questo articolo, può partecipare agli INCONTRI CONFIDENZIALI SUGLI INSEGNAMENTI ESOTERICI che Alberto Tebaldi tiene presso il suo Studio. (Gli incontri sono GRATUITI).

È possibile, inoltre, fare richiesta di repliche personalizzate (in piccoli gruppi o individuali) in relazione alle tematiche già affrontate. Alcune tematiche sono consultabili cliccando sul menù ALCHEMYconf > Calendari e Eventi speciali.


*Per ricevere informazioni e dettagli, è possibile inviare un messaggio tramite l'apposito Form nella sezione CONTACT.

29 visualizzazioni