INNER URGE - SAXcovid, PIANOFORTE (JAZZ) OCCULTO ed ermetismi coscienziali

COVIDiozie DELL'ERA MODERNA

Quando capire non significa comprendere

di Alberto Tebaldi ©2020

Sarò lieto di mettere il © copyright dell'autore di questa immagine


INNER URGE - SAXcovid, PIANOFORTE (JAZZ) OCCULTO ed ermetismi coscienziali

di Alberto Tebaldi ©2020

Hai una temperatura anche di un solo grado al di sopra dei 37,5°C?

Allora... NON PUOI ENTRARE!

Questa regola ferrea, emanata in tempo di “pandemia”, dice molto più di ciò che sembrerebbe dire nella sua apparente banalità. Eh sì, perché se solo ci si soffermasse anche per un solo istante a riflettere, tra le tante e variopinte COVIDiozie accumulate ormai da mesi (partorite dalle menti di 'uomini rozzi’, come disse anche il grande Lucio Dalla appellando nel medesimo modo il benpensante che cambiò il titolo originale di una delle sue più belle canzoni, “Dialettica dell'immaginario”, semplicemente in ‘Cara’), trovo che questa sia particolarmente indicativa. Se vista da un'angolazione prettamente metaforica (che poi... neppure tanto!), questa solerzia precauzionale cela l’intento di volerci ‘freddi’.

Parliamoci chiaro, l’umano che preserva in sé il proprio fuoco interiore dà sempre fastidio, in special modo se questo stato di ‘acceso’ si traduce in PENSIERO ALTERNATIVO fondato sul ‘SENTITO PSICOBIO-LOGICO’ di individuo LIBERO e CONSAPEVOLE. In sostanza, l’Essere esaedrico in contrapposizione all’Uomo idroponico; il FUOCO contrapposto all’acqua (e sia chiaro, non mi sto riferendo all’ACQUA, ma all’acqua, putrida, riciclata e maleodorante, poiché di uomini capaci d'equilibrare il FUOCO con l’ACQUA ce ne sono stati veramente pochi nella storia).

Dunque, umani di ‘temperamento’ (non a caso) e volontà, ESSERI "FEBBRILI" i cui atomi vibrano e si scontrano sotto l’impulso continuo della stessa loro fiamma. ESSERI "INCANDESCENTI" capaci di riconoscere nel Sole rosso il proprio e unico RE, seduto sulla cima del trigono verso la quale tutto tende fino all'acquietarsi dell’undicesimo ciclone di 9. D’altronde

È ESATTAMENTE COSÌ CHE SI ORGANIZZA IL SISTEMA MUSICALE OCCIDENTALE!

O forse, cari musicisti, pensavate sul serio che la tastiera d'un pianoforte fosse lontana dalla mera trasposizione di conoscenze sottili di un iniziato? Quante volte ci avete messo le mani sopra, foss’anche solo per gioco, senza rendervi conto di nulla? Senza ‘sentire’ nulla! Eppure sta tutto lì, proprio sotto al vostro naso e a volte sarebbe sufficiente annusare un po’ l’ARIA per percepire l’odore acre di bruciato (oddio, non lo avete mai sentito prima, figurarsi ora con le mascherine. Ma in fondo la mascherina molti di voi l'hanno sempre portata).

‘INNER URGE’ non si compra e non si trova per TERRA, ma si impara a riconoscerlo e ad alimentarlo attraverso il costante lavoro. Attenzione però a come lo si maneggia, perché... ci si può scottare facilmente.

E poi non dimenticate mai che il fine ultimo (non vi fate ingannare da chi sui libri di alchimia ha cercato di disorientarvi) è sempre quello di giungere svegli all’Alba silente. E se riuscirete, un giorno, a realizzare che i tasti di un pianoforte sono solo un racconto in bianco e nero, riuscirete forse a comprendere che il Sang REal deve affluire da ben altro "luogo"… e ve lo assicuro, a quel punto non c’è più "virus" che tenga!

E allora sì che potrete anche voi arrivare a comprendere il significato del LEONE VERDE

_________

Per concludere, ecco il bellissimo brano direttamente dalla voce del sax di Joe Henderson. Chissà, forse Joe ce l'aveva sul serio l'impulso interiore quando ha composto questo pezzo. D'altra parte basterebbe dare uno sguardo, anche veloce, alla partitura per 'vedere' chiare evidenze di 'conoscenze sottili'...

INNER URGE by Joe Henderson

Dedico questo articolo a tutti gli Esseri del pianeta morti a causa della stupidità umana!

27 visualizzazioni